Layer disallineati nelle stampe 3D

stampa-3d-facile-modelli-estrusore-filamento-design-problemi-guida-plastica-stampante-simplify3d-layer-disallineamento-cinghia-motore-1

Molte stampanti 3D utilizzano un sistema di controllo di movimento della testina di stampa 3D aperto mono-direzionale: praticamente non hanno un feedback preciso al 100% sulla posizione effettiva dell’ugello. La stampante 3D invia l’input di spostamento per farlo viaggiare in una posizione specifica, senza sapere se ciò è avvenuto.

Nella maggior parte dei casi funziona correttamente, perché i motori passo-passo che guidano l’estrusore sono piuttosto potenti e non ci sono carichi significativi che ne impediscono il movimento. Tuttavia, se qualcosa dovesse andare storto, tieni presente che la stampante non avrebbe gli strumenti tali da rilevare il problema.

Se, ad esempio, dai un colpo per sbaglio alla tua stampante 3D mentre è in funzione, potresti far spostare l’ugello in una nuova posizione. La macchina, non avendo feedback per rilevare l’alterazione, continuerebbe a stampare come se nulla fosse accaduto. Se nei tuoi oggetti 3D noti dei layer non allineati correttamente nella stampa, potresti avere uno dei problemi elencati qui di seguito.


La testina della stampante 3D si muove troppo velocemente

Se stampi ad una velocità molto elevata, i motori della tua stampante 3D potrebbero avere difficoltà a tenere il passo. Se senti un “clic” stai attento: questo rumore indica il momento in cui il motore non riesce a raggiungere la posizione desiderata. Quando si verifica questo scenario, il resto della stampa 3D non sarà allineato correttamente con ciò che è stato stampato precedentemente. Ti consiglio quindi di ridurre la velocità di stampa del 50%. Per fare ciò vai su Edit Process Settings e vai nella Tab Speeds: da qui puoi regolare sia la Default Printing Speed, che la X/Y Axis Movement Speed. La differenza tra questi due parametri sta nel fatto che la Default Printing Speed controlla la velocità dell’estrusore mentre la plastica fuoriesce dall’ugello, mentre il secondo controlla la velocità dei movimenti durante i viaggi sul piano di lavoro in cui l’ugello non sta stampando. Se sei un esperto e hai familiarità con le impostazioni più avanzate, prova a  ridurre le impostazioni di accelerazione nel Firmware della stampante3D per avere un rallentamento più graduale.

Problemi meccanici e/o elettrici

Se noti ancora layer in disallinenamento, probabilmente sussistono dei problemi meccanici o elettrici con la stampante stessa. Solitamente la maggior parte delle stampanti 3D utilizza cinghie che consentono ai motori di controllare la posizione dell’estrusore. Le cinghie sono costituite di un materiale in gomma e rinforzate con una fibra che fornisce ulteriore resistenza. Nel tempo e con l’usura, queste cinghie possono allentarsi: capisci che ciò influisce sulla tensione della cinghia utilizzata per spostare l’ugello della stampante 3D. Se la tensione si allenta eccessivamente, la cinghia scivola sopra la puleggia motrice non trasferendo il movimento. Anche una cinghia troppo tesa è un problema in quanto può creare un eccesso di attrito nei cuscinetti che ostacola la rotazione dei motori. Ti consiglio quindi di controllare la tensione di tutte le cinghie ed eventualmente di consultare il produttore della tua stampante 3D per le istruzioni su come regolarle.

Molte stampanti 3D includono anche una serie di cinghie azionate da pulegge e collegate a un albero del motore passo-passo utilizzando una piccola vite di fissaggio (a cui ci si riferisce come vite senza testa). Queste viti di fissaggio ancorano la puleggia all’albero del motore in modo che i due elementi ruotino insieme. Chiaramente se succede che la vite di fermo si allenta, la puleggia non ruoterà più insieme all’albero motore. Quindi un elemento ovvero il motore gira, ma il resto no. Stai attento perchè se ciò accade l’estrusore della stampante 3D non raggiungerà più la posizione desiderata per nessun layer determinando il disallineamento di tutti quelli che compongono l’oggetto 3D.


Ti può capitare che se i motori non sono alimentati correttamente e con continuità da un’adeguata corrente elettrica, non avranno abbastanza potenza per far muovere l’estrusore. Inoltre capitano anche surriscaldamenti della parte elettronica che portano all’arresto temporaneo dei motori.

Per scoprire i problemi legati al surriscaldamento ti invito a leggere: Surriscaldamento: l’oggetto 3D appare deformato.

Se vuoi migliorare le tue stampe in 3D, non perderti le nostre recensioni e i suggerimenti sulle migliori stampanti 3D economiche i migliori filamenti per la stampa 3D, sui filamenti AzureFilm e recensioni e prezzo delle resine per stampa 3d, e i filamenti trasparenti!

Sergio Pinto

Amo la tecnologia più o meno da quando ho iniziato a parlare. Credo che la stampa 3d possa migliorare la vita delle persone facilitando progresso e benessere grazie alla possibilità di poter produrre ovunque spostando i progetti con un click. Ho fondato Geofelix, web agency a Pavia.

Sergio Pinto has 81 posts and counting. See all posts by Sergio Pinto

Lascia un commento