Problemi di stampa 3D: Warping

Stampando in 3D uno dei problemi più comuni è quello del Warping, ossia il sollevamento degli angoli dell’oggetto 3D.

Warping negli oggetti di grandi dimensioni

Warping arricciamento angoloQuando decidi di stampare oggetti 3D di grandi dimensioni, anche se i primi layer dell’oggetto 3D aderiscono con successo al letto della stampante 3D, potresti notare delle zone deformate e arricciate che corrispondono agli angoli del modello.

 

 

 

Il warping può essere così grave da far sì che un’area dell’oggetto si separi dal piano di lavoro e che l’intera stampa 3D possa fallire. Questo comportamento è particolarmente comune quando esegui stampe di grande formato, dove i lati sono molto lunghi, con materiali che richiedono un’alta temperatura come l’ABS.


La ragione principale di questo problema è che la plastica tende a ridurre le proprie dimensioni quando si raffredda.

Ad esempio se stampi un oggetto 3D con ABS a 230° C e lo lasci raffreddare a temperatura ambiente, naturalmente tenderà a ridursi dell’1,5% circa. Ricorda che in scala su oggetti 3D di grandi dimensioni, questo potrebbe equivalere a diversi millimetri di restringimento. Infatti, mentre la stampa 3D procede, ogni layer successivo si deforma di conseguenza.

Questo può essere un problema impegnativo da risolvere, ma abbiamo diversi suggerimenti utili da fornirti.


Soluzione 1 al problema di stampa 3D Warping: usare il piano di stampa 3D riscaldato

Molte stampanti 3D sono dotate di un piano di stampa riscaldato che può aiutare a mantenere caldi i layers inferiori e iniziali durante la fase di stampa. Per materiali come l’ABS, è importante impostare la temperatura del piano riscaldato su 100-120° C: questo accorgimento ridurrà significativamente la quantità di ritiro plastico in questi layers. Per regolare la temperatura del piano riscaldato vai in Simplify 3D e clicca su Edit Process Settings, seleziona la Temperature Lab e scegli il piano di lavoro dall’elenco sul lato sinistro: occorre fare doppio clic sul setpoint della temperatura per modificarne il valore.

Soluzione 2 al problema di stampa 3D Warping: disabilitare il raffreddamento della ventola

Leggendo gli articoli da noi proposti ti sarai reso conto che il raffreddamento può essere una causa molto comune degli oggetti 3D che si deformano. Molti utenti preferiscono disabilitare completamente le ventole di raffreddamento esterne quando stampano con materiali come l’ABS. Ciò consente a tutti i layers di mantenere temperature calde per un periodo di tempo più lungo aumentando le possibilità di successo. Puoi verificare le impostazioni della velocità della ventola facendo clic sulla Cooling Tab delle Process Settings della stampante 3D nel software Simplify 3D.

Soluzione 3 al problema di stampa 3D Warping: utilizzare uno spazio riscaldato

Mentre un piano di lavoro riscaldato può mantenere caldi i layers inferiori del tuo oggetto 3D, potrebbe però essere difficile mantenere la stessa temperatura per quelli superiori. In questa situazione potrebbe esserti utile posizionare la stampante 3D all’interno di un involucro per isolare termicamente l’area di stampa. Alcune stampanti 3D potrebbero già includere un involucro esterno appositamente creato per questo motivo. In questo caso assicurati di tenere le porte chiuse durante la fase stampa 3D, in modo da evitare che il calore fuoriesca.

Leggi anche l’articolo: Problemi di Stampa 3D: spazi vuoti tra riempimento e bordo.

Lascia un commento