Nera, la moto stampata interamente in 3D

Si chiama Nera, ed è la prima motocicletta interamente stampata in 3D, componenti elettrici a parte. Lo studio di progettazione di Berlino che ha sviluppato la moto, l’ha presentata al Formnext di Francoforte, una fiera dedicata ai macchinari industriali e alle nuove tecnologie. Scopriamo insieme le caratteristiche di questo innovativo modello.

Presentazione della moto

Nera, la moto stampata in 3D vista di lato

La novità dell’anno nel settore delle moto stampate in 3D è Nera, la prima e- moto stampata in 3D al mondo. Il suo look è ispirato alla tecnologia stealth con linee aggressive e futuristiche. Comprende 15 parti stampate in 3D, assemblate e rielaborate dopo la stampa, per permettere la massima funzionalità del veicolo. I filamenti utilizzati sono ProHT, ProFLEX, PETH e PLA, estrusi attraverso un ugello da 0,6-1 mm. Le misure sono 190 x 90 x 55 cm (74,8 x 35,4 x 21,6 pollici) e le parti sono state stampate con un’altezza dello strato di 0,4 – 0,6 mm.

Prototipazione delle moto

Nera, la moto stampata in 3D, Zortrak, 2016
Zortrax, 2016

La stampa 3D permette di ridurre i costi di produzione, sviluppare prodotti pienamente funzionanti in tempi rapidi,  ed è pronta a rivoluzionare anche il settore delle moto. Questa è l’ultima di una lunga serie di prototipi che spingono al limite la creatività ingegneristica per rimodellare la tecnologia così come la conosciamo oggi. La stampa 3D viene spesso utilizzata per la prototipazione rapida: questa è invece un modello finale interamente realizzato e progettato grazie a questa tecnologia. Un esempio è la Zortrax, realizzata nel 2016 e prodotta a partire da una moto non stampata smontata e scansionata in 3D in ogni singolo componente.

Caratteristiche tecniche della moto

Nera, la moto stampata in 3D, vista da un'altra prospettiva

Purtroppo la moto non è disponibile per l’acquisto, ma dimostra quello che la tecnologia additiva può fare. Non sono disponibili informazioni sulle prestazioni della moto e dati precisi. Tuttavia è senza dubbio un’impresa degna di nota che mostra cosa è possibile fare con la stampa 3D. E’ stata provata su  circuito, e ciò non ci permette di stabilire come si comporta la moto in curva ripida e su percorsi più difficili. Tutte le parti da cui è costituita sono realizzate grazie alla stampa 3D, escluse le componenti elettriche: gli pneumatici airless, la forcella, i paraurti, la sella, i cerchi ed il telaio sono realizzati mediante questo processo. La motocicletta possiede elettronica incorporata e sterzo senza forche, funziona grazie ad un motore elettrico e ad una batteria. Le tradizionali sospensioni con molla e ammortizzatore sono sostituite da strutture a rombi flessibili, la principale si trova sotto la sella del guidatore.

La stampa 3D non riguarda solo le moto, ma anche altri veicoli: biciclette stampate in 3d, stampa 3d aerei e ricambi per automobili stampa 3d.