Voucher Mise: contributi Camera di Commercio di Bologna

La Camera di Commercio di Bologna ha recentemente pubblicato un Bando che ha lo scopo di sostenere le spese per gli investimenti che promuovono l’introduzione di tecnologie relative al Piano nazionale Industria 4.0, attraverso l’erogazione di voucher Mise (Ministero Sviluppo Economico).

Ricordiamo che i Voucher Mise sono un ottimo strumento per ottenere un contributo a fondo perduto sull’acquisto della stampante 3D da parte di aziende e professionisti.


voucher Mise Camera di Commercio

Misure previste dal bando per l’assegnazione dei voucher Mise

– I voucher sono indirizzati a obiettivi specifici tra loro complementari:

  • Misura A – Progetti che puntano all’introduzione di tecnologie ammissibili, di cui più imprese ne condividono gli scopi e le modalità di realizzazione.
  • Misura B – Domande di contributo  presentate da singole imprese relative a servizi di formazione e consulenza, e in modo complementare anche le spese sostenute per software, licenze software, canoni di utilizzo software in cloud legate alla consulenza, funzionali ad acquisizione e introduzione delle tecnologie ammesse.

Le Microimprese e Pmi in regola con il pagamento del diritto annuale aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Bologna possono beneficiare delle agevolazioni.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale Impresa 4.0 ricompresi nel presente Bando sono compresi in due elenchi.


Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • Big Data e Analytics
  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
  • Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc)

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1, limitatamente ai servizi di consulenza:

  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica
  • sistemi EDI, Electronic Data Interchange
  • geolocalizzazione
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

Per essere ammessi al contributo i progetti devono essere caratterizzati da un investimento di importo minimo pari a 6.000 euro, sia per la Misura A che per la Misura B.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher mise, e potranno avere un importo massimo pari a 10.000 euro, sia per la Misura A che per la Misura B.

Le richieste di voucher devono essere trasmesse dalle ore 9:00 del 17 settembre 2018 alle ore 13:00 del 3 ottobre 2018.

 

Lascia un commento