Voucher Mise: contributi Camera di Commercio di Piacenza

Industria 4.0 Voucher Mise Piacenza

La Camera di Commercio di Piacenza ha pubblicato un Bando finalizzato a sostenere l’introduzione di tecnologie rientranti nel Piano Nazionale Industria 4.0 nelle imprese della Provincia, attraverso Voucher Mise per spese di consulenza e formazione, oltre che per investimenti in hardware e software.

Possono usufruire dei voucher Mise le micro, le piccole e medie imprese aventi sede legale e/o unità locali – almeno al momento della liquidazione – nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Piacenza, e in regola con il pagamento del diritto annuale.


Vai al bando

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale per l’industria 4.0 ricompresi nel presente Bando sono:

Elenco 1 erogazione Voucher Mise: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. riguardanti:

  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics
  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
  • Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc)

Elenco 2 erogazione Voucher Mise: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica
  • sistemi EDI, electronic data interchange
  • geolocalizzazione
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

Sono ammissibili le spese per:


  • servizi di consulenza/formazione per la realizzazione di interventi relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’elenco 1, del presente Bando, nonché per eventuali interventi relativi all’utilizzo delle tecnologie indicate all’elenco 2 (a condizione che siano collegate alle precedenti dell’Elenco 1)ed erogati da fornitori qualificati
  • per l’acquisto di beni e servizi, finalizzati all’implementazione delle tecnologie digitali indicate all’Elenco 1, nonché di quelle indicate all’elenco 2 purché collegate alle precedenti dell’Elenco 1.

I progetti per i quali si richiede il voucher dovranno avere un importo minimo di 2.000 euro. Tutte le spese devono essere sostenute a partire dal 19 ottobre 2018 fino al 180° giorno successivo alla data di approvazione della Determinazione di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo.

I voucher avranno un importo massimo di euro 5.000. Il contributo è limitato al 50% dei costi ammissibili ed effettivamente sostenuti.

A pena di esclusione, le richieste di voucher Mise devono essere trasmesse entro le ore 21:00 del 30 novembre 2018.

Per informazioni sui Voucher Mise, vedi l’articolo Bandi Voucher Mise: contributi per l’industria 4.0 

Per le aziende di Bologna,  Voucher Mise: contributi Camera di Commercio di Bologna (scaduto)

 Contributi Industria 4.0 e Stampa 3D a Como

Lascia un commento